“Pan di Toni”: il panettone tra leggenda e tradizione

Panettone

Se il luogo di origine del Panettone è certo, non si può dire altrettanto riguardo il modo in cui esso apparve. Attorno al tipico dolce natalizio, nato a Milano e consumato ormai in tutta Italia, sono fiorite infatti molte leggende.

Il Pan de Toni. Una delle più accreditate racconta che questo dolce sia nato alla corte di Ludovico il Moro. Era la vigilia di Natale e nelle cucine fervevano i preparativi per il banchetto natalizio.Secondo la leggenda il cuoco dello Sforza dimenticò il dolce nel forno che si carbonizzò. Disperato perché non aveva nulla da servire sulla tavola del suo signore venne soccorso da un umile sguattero di nome Toni, il quale aveva conservato per sé e la sua famiglia un po’ di lievito madre. Il giovane si offrì di lavorarlo con i pochi ingredienti rimasti e così realizzò un impasto molto morbido e lievitato con uova, burro, scorze d’arancia, uvetta sultanina e canditi. Il risultato fu un successo perché il “pane di Toni” portato alla tavola ducale, venne molto gradito dal Moro e dai suoi ospiti.

Ughetto e Adalgisa. Un’altra leggenda invece ha radici romantiche e racconta della passione di messer Ughetto degli Atellani, innamorato della bella Adalgisa, la figlia del fornaio Toni. Il cavaliere per conquistare il cuore della ragazza si fece assumere come garzone al forno e fu lì che inventò la prima ricetta del panettone, preparando un pane dolce ricco di uvetta e scorze candite di arancia e cedro che divenne famoso come “pane del Toni“.

Le leggende certamente alimentano la tradizione, ma la vera origine del panettone va ricercata nella diffusa usanza medievale di celebrare il Natale con un pane più ricco di quello quotidiano. Sembra che esistesse già nel ‘200 come pane arricchito di lievito, miele e uva secca. Il nome panettone sarebbe nato per indicare la forma più grande che aveva rispetto agli altri prodotti da forno. La storia ci racconta anche che fino al 1395 tutti i forni di Milano avevano il permesso di cuocere pane di frumento solo a Natale, per farne omaggio ai loro clienti abituali.

Nel corso dei secoli la ricetta del panettone ha certamente subito diverse variazioni ma resta senza dubbio il dolce più consumato a Natale dagli italiani. La produzione artigianale  della Pasticceria D’Amore offre tante varianti che potete acquistare online, ricevendo il panettone della tradizione a casa vostra come appena sfornato: dal puro cioccolato, al limone, a quello con i canditi oppure senza uova fino al goloso panettone al pistacchio!

 

Share this post

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *